Io Barolo

io barolo

Al via la seconda settimana di Io Barolo: tantissimi gli appuntamenti e le iniziative per celebrare il “re” dei vini, in una full immersion nelle Langhe promossa da Strada del Barolo ed Enoteca Regionale del Barolo.

In calendario spazio ai grandi nomi del settore: domenica 19 giugno (due appuntamenti: alle 11 e alle 16.30) Gianni Fabrizio – Curatore della Guida ai Vini d’Italia del Gambero Rosso – condurrà la degustazione tecnica dei “Dialoghi sul Barolo”, con Marco Trabucco di “Repubblica” chiamato a dialogare con il pubblico.

Sul versante gastronomico appuntamento il 16 giugno con Alessandra Bazzocchi dell’Osteria La Campanara di Galeata (FC), ospite del ristorante La Crota di Roddi per preparare piatti ispirati alla tradizione di Emilia Romagna e Piemonte.

Il viaggio alla scoperta delle Langhe del Barolo prevede visite guidate ai musei del territorio (la domenica al Wimu – Museo del vino a Barolo), passeggiate tra i filari (al sabato) e i Wine Tasting Experience, laboratori sensoriale tenuto da produttori, esperti e sommelier in lingua inglese in programma al lunedì.

Il Barolo non solo lo si potrà apprezzare al calice ma anche via internet. Io Barolo approda su Facebook e Twitter aprendo una finestra permanete interattiva sulle Langhe. Spazio per accogliere curiosi ed enonauti con notizie e aggiornamenti in real time sulle iniziative in calendario.


Il Barolo 2007

Tante occasioni per conoscere il territorio che genera il Barolo, protagonista l’annata 2007 firmata dai produttori soci dell’Enoteca Regionale e battezzata ufficialmente domenica 5 giugno dal sommelier campione del mondo Luca Gardini.

“Non potevamo dedicare al re dei rossi evento migliore. Il Barolo è l’ambasciatore del Piemonte e quest’anno, in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, può essere a tutti gli effetti eletto simbolo enologico del nostro Paese. Del resto chi ha fatto l’Italia ha fatto il Barolo. Mi piace pensare, ne siamo più che sicuri, che Cavour da produttore di vino abbia festeggiato l’Unità stappando proprio una bottiglia di Barolo”, dichiara Federico Scarzello presidente dell’Enoteca Regionale del Barolo in occasione della presentazione. Da grande estimatore di Barolo sull’annata 2007 si mostra poi entusiasta: “Grazie ad Io Barolo tutti potranno degustare un’annata eccellente. Buona da sorseggiare già adesso. Non ha bisogno di tempo, al bicchiere si concede subito in tutta la sua godibilità”.

I Dialoghi sul Barolo
Informazione e prenotazioni: 0173.364631

Domenica 19 giugno grande appuntamento al WiMu – Museo del vino, con il Barolo. Gianni Fabrizio, curatore della Guida ai Vini d’Italia del Gambero Rosso, condurrà i Dialoghi sul Barolo. Degustazione tecnica rivolta a tutti gli enoappassionati dedicata ai crus storici con una selezione delle etichette più prestigiose del territorio. Dialogherà sul rosso piemontese anche Marco Trabucco giornalista de la Repubblica, ospite d’onore della giornata. L’analisi sensoriale si completerà con un assaggio dei formaggi tipici della zona guidato da un maestro assaggiatore del Consorzio per la tutela del formaggio Bra.

Wine Tasting Experience
Info e prenotazioni: Email tasting@stradadelbarolo.it / Tel 0173787166

Lunedì 20 giugno alle ore 16.30 presso il WiMu – Museo del Vino del Barolo appuntamento con il Wine Tasting Experience, degustazione tecnica tenuta in lingua inglese da produttori, esperti e sommelier per fornire a turisti ed appassionati di tutto il mondo le conoscenze adeguate per apprezzare la perla delle Langhe e per cimentarsi in un’esperienza di analisi sensoriale indimenticabile. Si procede con la seconda sessione il cui tema è Il gusto del territorio, introduzione ai vini di Langhe e Roero. Una finestra privilegiata sul territorio che sarà protagonista non solo nel calice ma anche negli abbinamenti proposti al banco d’assaggio. Ad esaltare le sfaccettature organolettiche e la versatilità del Barolo saranno infatti i formaggi Dop, presentati dal Consorzio per la tutela del formaggio Bra e illustrati da un maestro assaggiatore, i salumi tipici, i dolci della zona: salame, Raschera, Bra stagionato, Castelmagno, torta alle nocciole, paste di meliga

Le Osterie d’Italia ospiti delle Langhe
Prenotazione: Ristorante La Crota – via Fontana 7, Roddi/ 0173.615187 – 335.5487280

Giovedì 16 giugno secondo appuntamento a tavola con i cuochi delle Osterie d’Italia di Slow Food ospitate nelle cucine dei ristoranti e agriturismi soci della Strada del Barolo. Ai fornelli del ristorante la Crota di Roddi Alessandra Bazzocchi dell’Osteria La Campanara di Galeata (FC) cucinerà le specialità della Romagna a quattro mani con il cuoco de La Crota che proporrà i piatti del luogo. Sulla tavola approderà un menù ricco di ricette caserecce rigorosamente abbinatecon le etichette delle Langhe. Connubio enogastronomico ideale per assaporare il meglio delle due regioni.

Trek tra le colline del Barolo
Info e prenotazioni: Associazione Terre Alte  – 333.4663388

Sabato 18 giugno alle ore 9.30 Io Barolo propone il trekking tra le vigne per far toccare con mano la realtà agricola e la natura che sancisce la grandezza del Barolo. Il percorso è adatto a tutti e totalmente immerso in una scenografia mozzafiato tra le colline che collegano Novello a Barolo. I partecipanti potranno visitare i terroir più prestigiosi come le sottozone di Zoccolaio, San Giovanni e Boschetti. La passeggiata tocca anche luoghi suggestivi e ricchi di storia proseguendo verso il Bosco della Fava poi e il Castello Medioevale di Barolo.

Visite al WiMu – Museo del Barolo
Info e prenotazione: 0173.386697

Domenica 19 giugno Io Barolo propone due visite guidate a tema all’interno del Museo del Vino a Barolo. Vino, vino,vino: itinerario alla scoperta delle civiltà legate al vino. Si fa l’Italia, Si fa il Barolo: itinerario che celebra l’Unità d’Italia con un focus sui personaggi chiave del periodo dell’unificazione che hanno fatto la storia anche nel mondo del vino.

Visite al Museo del Cavatappi
Info e prenotazione: 0173.560539

Il vino è fatto anche degli gli strumenti che lo circondano e tra questi, diventato icona stessa del vino, è il cavatappi. Io Barolo gli ha dedicato un museo che espone una preziosa collezione di cavatappi d’epoca. Nel programma sono previste visite guidate. Sabato 18 giugno si potranno ammirare gli stili più diversi utilizzati nelle varie epoche e degustare l’annata 2007 di Barolo stappata con un rarissimo cavatappi custodito al museo.

Informazioni

Strada del Barolo e grandi vini di Langa
T. +39 0173.787166, info@stradadelbarolo.it
www.stradadelbarolo.it

Popularity: 1% [?]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *