Il successo di Fresco di Grotta

fresco-di-grotta

È senza dubbio una delle proposte più innovative ed originali attualmente sulla scena, concepita per attrarre quei flussi turistici, sempre più consistenti, che fanno del territorio e delle sue unicità la principale motivazione del viaggio. Il progetto si chiama Fresco di Grotta ed offre l’opportunità di abbinare alla visita del complesso ipogèo più importante d’Europa, la conoscenza del Verdicchio nel suo stesso terroir.
La quarta edizione di Fresco di Grotta è stata inaugurata a Genga (AN) con un’originale cerimonia mediatica incentrata sul recupero, da parte degli speleologi, di 13 “etichette” di Verdicchio collocate due anni orsono “a riposare” in un anfratto ubicato all’interno della monumentale Grotta grande del vento.
Successivamente una commissione composta da giornalisti ed enologi di caratura nazionale ha degustato i vini “recuperati”, esprimendo un verdetto unanime: il Verdicchio di … grotta conferma le doti di questo eclettico vino, non a torto considerato tra i migliori vini bianchi del pianeta.
L’esclusivo microclima delle Grotte di Frasassi – caratterizzato da temperatura (12-13°) ed umidità (95%) costanti in tutto l’arco dell’anno, nonché da profondo silenzio ed assoluta assenza di luce – ha favorito il “rallentamento” del processo di maturazione del vino e quindi la longevità dello stesso, con una peculiare evoluzione organolettica e di colore.
Tuttavia l’iniziativa non si è conclusa con il ritorno alla luce dei preziosi “reperti”, anzi, è appena cominciata! Infatti, nei mesi di Luglio, Agosto e Settembre, tutti coloro che visiteranno le Grotte di Frasassi attraverseranno un suggestivo percorso espositivo dedicato al Verdicchio, allestito lungo la galleria d’accesso alle incantevoli cavità.
L’ambientazione dell’iniziativa è decisamente unica!
Il complesso ipogèo delle Grotte di Frasassi, con i suoi 30km di estensione disposti su tre livelli, rappresenta uno dei percorsi sotterranei più suggestivi ed imponenti al mondo ed una tra le più importanti attrattive delle Marche, visitata ogni anno da circa 300.000 persone.
Esibendo il biglietto d’ingresso alle grotte presso le 19 cantine del territorio aderenti all’iniziativa, si potranno degustare gratuitamente ed acquistare a condizioni di favore i migliori vini della Provincia di Ancona, mentre anche bar e ristoranti di Genga offriranno un trattamento privilegiato.
Quindi non solo visita alle Grotte, che pure rappresentano un prodotto turistico d’eccellenza, ma anche fruizione del territorio con il suo inconfondibile paesaggio e con i tanti motivi d’interesse storico-artistici, naturalistici, folkloristici, artigianali ed enogastronomici.

Popularity: 1% [?]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *