“Percorsi Insoliti” e “Strade Belle”

percorsi-insoliti

1° giorno

Il vostro viaggio comincia da Sant’Angelo in Vado, nata sulle rovine dell’antica Tiphernum Metaurense e passeggiando fra le sue viuzze e piazzette, i nobili palazzi, respirerete una bella atmosfera, che vi farà sentire liberi.
Proseguirete per Mercatello sul Metauro, borgo storico circondato dalle colline e montagne (Nerone), dai borghi di Apecchio e Piobbico. Qui respirerete l’aria di una piccola città in cui lo stile di vita è rimasto quello di una grande famiglia, custode di un ambiente ancora integro: palazzi nobili che si affacciano sulla Piazza San Francesco, edifici storico ed il ponte romanico a tre arcate sul fiume Metauro. L’origine di questo borgo risale a dodici secoli avanti Cristo.
Proseguendo ancora verso la Bocca Trabaria, incontrerete Borgo Pace, circondato dalle foreste e boschi mediterranei. Con una piccola variazione raggiungerete Castel della Pieve, borgo perfettamente conservato ed era una delle fortificazioni del Montefeltro. Si può proseguire incontrando ancora Sompiano, Lamoli fino ad arrivare a Fonte Abeti… uno spettacolo della natura. Oppure tornando indietro verso Urbania, la cittadina più importante di questa parte della Valle del Metauro, vi fermerete al Barco o Parco Ducale, una delle costruzioni più importanti realizzate da Federico da Montefeltro e progettato da Francesco di Giorgio Martini. Era il parco di caccia dei duchi di Urbino, circondato da un fitto bosco di cerri e querce.
A conclusione di questa splendida giornata vi accompagneremo ad Urbino, di notte, un giro a piedi per “piole” e bastioni, cortili e balconi … ascoltando qualche amico che vi racconterà sottovoce storie fantastiche ma anche testimonianze di artisti come Leonardo da Vinci e Piero della Francesca, che hanno vissuto qui e lasciato esperienze e ricordi.

2° giorno

La Vallata del Marecchia .. dai Malatesta ai Montefeltro.
Ogni borgo della valle ha visto protagoniste nel passato famiglie importanti come quelle dei Malatesta, dei Montefeltro, dei Medici, dei Carpegna, dei Guidi.

Oggi partirete da Sant’Arcangelo di Romagna, la città “slow”, del buon vivere, situata su una collina sopra i fiumi, il Marecchia e l’Uso, in cui domina il Castello dei Malatesta, fatto costruire da Carlo nel 1386 e successivamente modificato da Sigismondo Pandolfo nel 1447. Possibilità di visitare anche il Museo dei Bottoni, il primo ed unico museo del bottone in Italia. Passeggiata nel centro storico passando per l’Arco Ganganelli, progettato dall’architetto di Imola Cosimo Morelli nel 1777 in onore di Papa Clemente XIV (1705-1774), nato a Sant’Arcangelo di Romagna. Visita della Stamperia Artigiana Marchi, del laboratorio in cui si trovano stampi in legno antichi, incisi a mano, seguendo rigorosamente l’antica tradizione dell’arte romagnola della stampa, utilizzando il mangano, pressa antica, unica al mondo per peso e dimensioni, con cui la tela viene pressata, lisciata e stirata.
Arricchiamo la giornata accompagnandovi attraverso strade belle: si tratta di un piccolo viaggio che unisce le due vallate più settentrionali del Ducato di Urbino e che attraversa il cuore di quell’antica regione che ha per nome Montefeltro.
Si toccano i confini della Romagna e della Toscana, si scoprono alcune tra le più potenti rocche attribuite a Francesco di Giorgio Martini, si passa in mezzo a qualche macchia che anticipa i boschi dei monti, si passeggia in antichi centri storici e si visita una miniera che ha fatto la storia di un intero paese: Perticara con il Museo Storico Minerario de Miniera.

Si può approfondire la mattinata, scegliendo uno dei seguenti percorsi sospesi, arrivando a Mercatino, Monte Cerignone, Novafeltria, Monte Aquilone.

Popularity: 1% [?]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *