GIROLIO NELLA PROVINCIA DI ANCONA 11/12 dicembre

GIROLIO NELLA PROVINCIA DI ANCONA 11/12 dicembre
Marche
0

E’ partito ai primi di novembre GIROLIO d’Italia, una manifestazione promossa dall’Associazione Nazionale delle Città dell’Olio. La struttura ipotizzata per l’evento è quella che ricalca il conosciuto Giro d’Italia ciclistico: tappa di partenza e tappa di arrivo, intervallate da tappe intermedie che ripercorrono la penisola da sud a nord seguendo i tempi dettati dal processo di raccolta e molitura delle olive.

Il Coordinamento Regionale per le Marche delle Città dell’Olio presieduto dall’Assessore all’Agricoltura della Provincia di Ancona, Giancarlo Sagramola, ha aderito all’iniziativa ed anzi ha rilanciato con l’iniziativa “Girolio nella Provincia di Ancona”.
Tutte le domeniche del mese di novembre i frantoi e le aziende olivicole della provincia aderenti all’iniziativa apriranno le porte ai cittadini consumatori per consentire la degustazione dell’olio nuovo. Coloro che avranno effettuato almeno 4 visite avranno diritto ad un buono spesa del valore di € 20,00 per l’acquisto di prodotti tipici locali presso strutture convenzionate con la Provincia di Ancona.

E’ sufficiente ritirare il coupon dell’iniziativa presso i frantoi o le aziende aderenti, farlo vidimare ad ogni visita e spedirlo alla Provincia di Ancona entro il 6/12/2010. Il giorno 11 Dicembre, in occasione di Tipica, la Mostra Mercato dei Prodotti Tipici che si terrà in Ancona, verranno estratti a sorte i vincitori del premio.
Novembre è il mese dell’olio e con questa iniziativa la Provincia di Ancona vuole rilanciare il consumo dell’olio extravergine di oliva dei produttori locali.
L’olivicoltura dell’anconetano, ma più in generale nelle Marche, rappresenta un comparto di nicchia ma dalle grandi prospettive.
Fortemente radicata al territorio, alla storia, alla cultura, al paesaggio, l’olivicoltura marchigiana esprime una grande vitalità.

Nella regione Marche l’olivicoltura rappresenta circa l’1,5% della Produzione Lorda Vendibile. La superficie olivicola complessiva è di poco superiore ai 10.000 ettari, distribuita prevalentemente nelle zone collinari sia della fascia litoranea che di quella interna. Tale superficie è estremamente frammentata, suddivisa in un numero totale di oltre 27.000 aziende, con una superficie unitaria talmente ridotta, da rendere sufficiente una conduzione di tipo familiare. In dieci anni di intervallo tra i due censimenti (1991 e 2001), si è passati da una superficie di poco più di 7000 ettari a oltre 10.300, con un aumento di circa il 65%.

La produzione media regionale è intorno ai 40.000 quintali di olio, con oscillazioni legate all’annata (di carica o di scarica) e alle periodiche gelate. In provincia di Ancona si produce il 17% circa dell’olio regionale.
La trasformazione delle olive avviene in circa 170 frantoi presenti a livello regionale (di cui 30 in provincia di Ancona), con una percentuale ancora elevata di impianti tradizionali e un numero sempre crescente di impianti continui.

Gran parte dell’olio prodotto nelle Marche segue la via dell’autoconsumo ma negli ultimi anni si sta assistendo ad un progressivo incremento di aziende che imbottigliano il prodotto cercando ulteriori elementi di differenziazione. Nonostante che nelle Marche non ci siano al momento DOP approvate per l’olio extravergine di oliva, i prodotti di qualità stanno ottenendo importanti riconoscimenti in ambito nazionale ed internazionale.
L’olivicoltura inoltre contribuisce alla valorizzazione paesaggistica del territorio che è uno dei nostri punti di forza e di attrazione turistica.

Riferimenti
Area Agricoltura Provincia di Ancona
0715894228-219
agricoltura@provincia.ancona.it

Popularity: 1% [?]

Comments are closed.